How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job Choose Your Advocates Wisely – Getting the Best For Your Child With Special Needs

You are searching about How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job, today we will share with you article about How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job was compiled and edited by our team from many sources on the internet. Hope this article on the topic How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job is useful to you.

Choose Your Advocates Wisely – Getting the Best For Your Child With Special Needs

Immaginare. Dopo mesi di attesa e attesa il momento è finalmente arrivato! Il tuo bellissimo bambino entra nel mondo e la vita è la più piena che sia mai stata! Mentre l’infermiera mette delicatamente il tuo neonato tra le tue braccia, ti fa scivolare un libro tra le mani. “Questo è il manuale di tuo figlio”, spiega, “Assicurati di leggerlo il prima possibile. Oh, e presta molta attenzione alla sezione relativa ai bisogni speciali”.

Uno scenario folle, lo so. Ma a volte vorrei aver avuto quel manuale! Navigare nel ruolo di genitore è complicato nel migliore dei casi, ma trovare la propria strada con un bambino che ha bisogni speciali è ancora più impegnativo e difficile. Questo è un percorso che potrebbe non essere stato percorso da familiari e amici. La solitudine, la delusione, la frustrazione e un senso di fallimento possono rendere il viaggio infelice. Le sfide possono diventare travolgenti una volta che tuo figlio raggiunge l’età scolare. È in quel momento che entri in un intero mondo di professionisti che avrà il tuo prezioso bambino per 6 ore al giorno! È un mondo che è una cultura a sé stante con la propria lingua e il proprio insieme di regole. Potresti sentirti un estraneo. Potresti sentire di aver bisogno di aiuto. Potresti aver bisogno di qualcuno che faccia da interprete in questa nuova terra.

Inizi l’indagine… guarda su Internet e sulle Pagine Gialle… qualcuno là fuori può aiutarmi a fare il meglio per mio figlio a scuola? Prima di scegliere la persona che sarà la tua guida e difensore di tuo figlio, devi fare dei compiti; per il bene di tuo figlio e per la tua sanità mentale. Ci sono molte persone che si definiscono sostenitori. Ma spetta a te, genitore, prendere una decisione informata se la persona è veramente qualificata per difendere uno studente con bisogni speciali e se questa persona è “adatta” a te, a tuo figlio e ai tuoi obiettivi. Prenditi il ​​tempo per fare le tue ricerche; la decisione che prendi può letteralmente influenzare la tua vita e quella di tuo figlio in modi che non avresti mai immaginato possibili. La persona che scegli avrà un impatto sul tuo rapporto con il personale scolastico, il tuo coniuge, tuo figlio e i membri della tua famiglia. L’avvocato avrà un effetto diretto sul tuo matrimonio, sulle tue relazioni personali e sulla tua famiglia. Stai invitando qualcuno a entrare nel tuo mondo. State molto attenti a chi fate questo dono prezioso.

Che ruolo può svolgere un avvocato?

o Assistere i genitori nella ricerca di supporti e risorse disponibili

o Modellare efficaci capacità di costruzione di relazioni e di problem solving

o Ascoltare tutte le parti in modo genuino e non giudicante;

o Chiarire i problemi

o Suggerire opzioni e possibili soluzioni

o Documentare le riunioni o aiutare i genitori a comprendere documenti e valutazioni

o Individuare e fornire informazioni

o Parlare a nome del genitore/figlio quando non può parlare da solo

o Aiutare la famiglia con corrispondenza scritta, documentazione o telefonate

o Partecipare alle riunioni

o Seguire le decisioni prese e le azioni intraprese

Di seguito sono riportati alcuni punti su cui riflettere prima di decidere chi scegliere:

I sostenitori dovrebbero avere le qualifiche per essere in grado di parlare con integrità e conoscenza delle eccezionalità nell’apprendimento. Un alto livello di qualificazione porta un livello di rispetto al tavolo. È molto più probabile che gli esseri umani ascoltino qualcuno che ha “camminato nei loro panni” e ha esperienza in materia di istruzione e bisogni speciali. Probabilmente è corretto affermare che pochissime persone sono disposte a modificare le proprie competenze e metodi professionali sulla base delle idee e delle opinioni di qualcuno che ha poca o nessuna esperienza e credenziali nel campo. Come educatore, partecipare a riunioni con qualcuno che non ha titoli di studio speciali e fargli sottolineare le tue carenze è una perdita di tempo e denaro. Qualsiasi genitore che ha sperimentato di essere tenuto a lezione sui migliori metodi per crescere i figli da una persona che non ha figli, può sapere quanto questo possa essere frustrante. È più probabile che gli insegnanti siano aperti alle opinioni e ai suggerimenti di qualcuno che sia almeno qualificato per fare tali affermazioni. Ha senso che se vuoi coltivare la migliore istruzione per tuo figlio, ti aspetteresti un sostenitore che avesse le credenziali e l’esperienza educative speciali che migliorerebbero il tuo ruolo di genitore. Mantenere lo sviluppo professionale partecipando a conferenze, tenersi aggiornati sui documenti e sulle procedure politiche correnti sono qualifiche importanti da avere. L’educazione speciale è una scienza in continua evoluzione e un sostenitore deve essere aggiornato. Una solida conoscenza delle risorse locali, dei fornitori di servizi e dei programmi comunitari facilita la risoluzione dei problemi. È altrettanto importante che l’avvocato scelto abbia le capacità interpersonali necessarie per lavorare in collaborazione con gli altri per creare soluzioni. Come genitore, aspettati che la persona che assumi sia qualificata per aiutarti a lavorare con la scuola.

Gli avvocati dovrebbero conoscere tuo figlio.

Le persone che vengono scelte per rappresentare tuo figlio devono leggere valutazioni, pagelle, interagire e trascorrere del tempo con il bambino per sapere veramente per chi stanno lavorando. Quindi il ruolo dell’advocacy è autentico e non si tratta di lottare per una causa o per una spinta all’ego. Quando un avvocato conosce bene il genitore e il bambino, può aiutare a scoprire il terreno comune tra scuola e casa. Il difensore dovrebbe essere in grado di spiegare in che modo la disabilità di tuo figlio può influire sul suo apprendimento e quindi lavorare con te per aiutarti a stabilire le priorità dei bisogni di tuo figlio. Un saggio sostenitore è qualcuno che cercherà soluzioni e non incolperà. I sostenitori dovrebbero vedere il bambino nel contesto della sua classe. Il programma di un bambino su carta non può mai raccontare l’intera storia. Non c’è modo che un insegnante possa esprimere a parole tutti i supporti, i piani, le immagini, gli strumenti e le strategie che vengono impiegati per far sì che il bambino abbia successo. Il mondo del bambino racconta molto più di quanto qualsiasi documentazione potrebbe mai descrivere. È importante notare che entrare in un’aula è aprire una “sacra fiducia”. Proprio come non lasceresti entrare in casa tua qualcuno di cui non ti fidi, gli insegnanti devono diffidare di chi aprono le loro aule. Se qualcuno entra nella stanza per “osservare” e poi riferire al genitore tutte le cose che secondo loro sono state fatte in modo errato e per “costruire un caso” contro la scuola, allora il rapporto è stato distrutto. Vorresti che qualcuno entrasse in casa tua per “osservarti e criticarti” mentre svolgi le funzioni quotidiane della genitorialità?

I sostenitori dovrebbero essere obiettivi e orientati alla soluzione

Mentre intervisti un avvocato, ascolta attentamente il linguaggio che promuove soluzioni piuttosto che vendetta. L’esperienza personale dell’avvocato con un distretto scolastico, consiglio o storia personale precedente non ha posto nella discussione. Si tratta di TUO figlio. L’avvocato può utilizzare la conoscenza di base delle persone e delle risorse per facilitare un piano realizzabile per tuo figlio. Al fine di garantire una risposta proattiva positiva da parte delle persone che hanno una relazione con tuo figlio, è meglio che l’avvocato sia rispettoso, cortese, premuroso e di mentalità aperta. Naturalmente, questo è vero per ogni membro di una squadra.

L’avvocato può aiutare tuo figlio ad accedere alla migliore istruzione possibile senza sottoporre a stress eccessivo le risorse e il personale coinvolto? A volte, nella speranza di aiutare un genitore, vengono fatte promesse eccessivamente gravose a livello personale o finanziario… la scuola deve educare tutti gli studenti, non solo i tuoi. I genitori possono non essere d’accordo e dire che è davvero il loro bambino a cui tengono. Sebbene ciò sia verissimo, le scuole non possono operare su questa premessa. Le istituzioni educative hanno il dovere di prendersi cura della collettività, assicurando allo stesso tempo che ogni individuo riceva ciò di cui ha bisogno. Non è giusto presumere che il personale scolastico debba prendere da un bambino per provvedere a un altro. Immagina qualcuno che suggerisca a un genitore di sottrarre risorse a uno dei propri figli per darle a un altro. Ci sono soluzioni che possono funzionare per tutti. Dobbiamo cercarli come una squadra.

I sostenitori dovrebbero essere facilitatori, non dittatori.

Ascolta e osserva attentamente un avvocato. Stanno parlando mentre stanno andando in battaglia? Usare parole come “loro” e “noi?” Fai attenzione a un ego che sta usando tuo figlio per nutrirsi! Gli ego si prendono cura degli ego, non dei bambini. Le bandiere rosse dovrebbero sventolare selvaggiamente quando un sostenitore vede solo aspetti negativi nell’educazione di un bambino o quando vengono fatte promesse di risultati specifici per tuo figlio. Un avvocato che parla con un atteggiamento del tipo “Glielo mostrerò” non negozierà efficacemente un piano che faccia desiderare a tutti di fare la propria parte. I problemi non si risolvono in questo modo. I bambini non vincono in questi scenari.

Gli esseri umani hanno bisogno di essere riconosciuti per lo sforzo che investono; abbiamo bisogno di sentirci supportati e rispettati. Siamo più aperti alle soluzioni quando non ci sentiamo sulla difensiva. Nessuno, né l’educatore né il genitore, dovrebbe uscire da una discussione con la sensazione di essere stato ignorato, rifiutato o scontato se stava promuovendo genuinamente i bisogni di un bambino e non i propri. Quando il disaccordo si abbassa al livello di comportarsi come bambini che chiedono a tutti di rispettare le proprie regole, il bambino con bisogni speciali non è più al centro della discussione. Un avvocato vale oro quando può guardare obiettivamente a una situazione senza carica emotiva e creare soluzioni che funzionino per il bambino.

Ogni membro di un team ha una prospettiva su come aiutare al meglio un bambino: un preside, un membro dell’agenzia comunitaria, un logopedista, un insegnante e un genitore hanno idee che derivano dalla loro formazione ed esperienza. Un sostenitore esperto è in grado di ascoltare le idee di ogni membro e vedere soluzioni che attingono ai punti di forza di ogni persona al tavolo.

Ultimatum, minacce e accuse creano un divario tra genitori e insegnanti che è estremamente dannoso per il bambino perché il messaggio che il genitore sta dando è che si fida di questa persona più che dell’insegnante.

La fine della strada

Come genitore, può essere estremamente frustrante quando senti che un sistema sta fallendo tuo figlio. A volte, la rabbia e il risentimento possono essere troppo da sopportare. È facile cadere nella trappola della vendetta e della vendetta. Andare alla stampa o chiamare un avvocato non dovrebbe mai essere fatto senza pensare seriamente alle ripercussioni. Queste azioni non dovrebbero mai nascere da una reazione emotiva. Il costo sarà elevato. Prima di intraprendere qualsiasi azione, la domanda che dovrebbe essere posta in primo piano è: “In che modo questo gioverà al bambino? In che modo questo potrebbe ferire il bambino?” È fin troppo facile farsi prendere dalla sensazione di punizione. Quando ci sentiamo impotenti è quasi inebriante acquisire un senso di potere. Dobbiamo essere onesti con noi stessi su ciò che sta guidando il nostro corso d’azione. Prima di intraprendere tali passi, considera che tuo figlio potrebbe avere molti anni a scuola davanti a sé. I fratelli di tuo figlio potrebbero avere molti anni nel sistema educativo. I danni causati da azioni legali e/o pubbliche umiliazioni non possono fare a meno di influenzare i tuoi rapporti con le stesse persone su cui farai affidamento per dare il meglio ai tuoi figli. Sto parlando del dolore, della sfiducia e della paura profondamente radicati che affondano nell’anima di chiunque sia stato colpito da contenziosi e cattiva stampa. L’umiliazione pubblica e la cattiva stampa possono far cedere un sistema scolastico alle tue richieste, ma non fa nulla per tirare fuori il meglio da qualsiasi essere umano o relazione.

Questo non vuol dire che l’azione legale non sia necessaria a volte. Ma è l’ULTIMA risorsa. Gli avvocati possono o meno essere affiliati a un avvocato, ma non sono avvocati e non dovrebbero fornire consulenza legale.

Pensieri finali

Assumere un avvocato non toglie il ruolo del genitore nel processo decisionale. I sostenitori danno un senso ai documenti, al linguaggio tecnico e al gergo educativo. Possono spiegare le opzioni oi requisiti di programmi speciali, partecipare alle riunioni e porre domande chiarificatrici ma, in qualità di genitori del bambino, siete voi a prendere la decisione. Tuo figlio ha bisogno che tu sia al comando; il tuo ruolo è a lungo termine!

Gli educatori devono ascoltare, ascoltare davvero quello che chiedono i genitori. Potremmo dover superare strati di dolore, rabbia, risentimento e paura per vedere l’autentica preoccupazione per il loro bambino. Credo che la maggior parte delle volte possiamo soddisfare le richieste del genitore a un certo livello. Cerca un terreno comune.

Il rapporto tra genitori e scuola può essere difficile perché è in gioco la vita di un bambino e le emozioni sono alte. Ma, con il duro lavoro, il dialogo rispettoso e la risoluzione dei problemi incentrata sul bambino, è possibile lavorare in squadra per ottenere il massimo dall’educazione di un bambino. Spetta agli adulti farlo funzionare per il bene dei bambini.

Video about How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job

You can see more content about How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job on our youtube channel: Click Here

Question about How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job

If you have any questions about How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job, please let us know, all your questions or suggestions will help us improve in the following articles!

The article How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job was compiled by me and my team from many sources. If you find the article How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job helpful to you, please support the team Like or Share!

Rate Articles How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job

Rate: 4-5 stars
Ratings: 5065
Views: 72228965

Search keywords How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job

How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job
way How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job
tutorial How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job
How-Do-I-Tell-Jennifer-I-Cant-Recommend-Her-For-A-Job free
#Choose #Advocates #Wisely #Child #Special

Source: https://ezinearticles.com/?Choose-Your-Advocates-Wisely—Getting-the-Best-For-Your-Child-With-Special-Needs&id=1866370

Related Posts

default-image-feature

How To.Writw A Letter For.A.Job Uou Javent Heard From The Wilderness Survival Guide to Childhood

You are searching about How To.Writw A Letter For.A.Job Uou Javent Heard From, today we will share with you article about How To.Writw A Letter For.A.Job Uou…

default-image-feature

How To.Respond.To A Daughter Who Is Fired From Their Job Words Have no Meaning Until You Give it to Them

You are searching about How To.Respond.To A Daughter Who Is Fired From Their Job, today we will share with you article about How To.Respond.To A Daughter Who…

default-image-feature

How To.Know.If You Got The Job After Interview Another Candidate A Model for Predicting the Outcome of a Job Interview

You are searching about How To.Know.If You Got The Job After Interview Another Candidate, today we will share with you article about How To.Know.If You Got The…

default-image-feature

How To.Know.If You Got The Job After Interview Another Candidatd 6 Common Teacher Interview Questions and How to Answer Them

You are searching about How To.Know.If You Got The Job After Interview Another Candidatd, today we will share with you article about How To.Know.If You Got The…

default-image-feature

How To.Get.A.Job.When.Out.Of The.Workforce For A.Long Time How to Deal With an Employment Gap on Your CV

You are searching about How To.Get.A.Job.When.Out.Of The.Workforce For A.Long Time, today we will share with you article about How To.Get.A.Job.When.Out.Of The.Workforce For A.Long Time was compiled and…

default-image-feature

How To Write A Thank You Email Interview Site Job-Hunt.Org Application Letter Tips

You are searching about How To Write A Thank You Email Interview Site Job-Hunt.Org, today we will share with you article about How To Write A Thank…